Accesso

COD

321c 

TITOLO

Strutture di approvvigionamento energetico con impiego di biomasse agro-forestali 

DESTINATARI

PUBBLICI 

CONTRIBUTO

€ 0,00 

BANDO

ATTIVA

NO 

DESCRIZIONE

Sottomisura c)

Strutture di approvvigionamento energetico con impiego di biomasse agro-forestali

 

La misura sostiene gli interventi per la realizzazione o la trasformazione di impianti di produzione energetica, con impiego di biomasse agro–forestali, quali caldaie e/o reti di teleriscaldamento  di interesse collettivo, finalizzate a ridurre i costi dell’energia a beneficio delle popolazioni rurali, nonché i costi esterni ambientali connessi all’approvvigionamento/trasporto delle materie prime tradizionali (combustibili fossili).

In particolare possono essere realizzati impianti di:

·         produzione di energia termica, anche mediante teleriscaldamento;

·         produzione di energia frigorifera;

·         cogenerazione (produzione di energia termica ed energia elettrica).

Sono ammissibili a finanziamento i costi di realizzazione delle strutture necessarie all’installazione e funzionamento dell’impianto ed i costi per la realizzazione delle reti di teleriscaldamento, mentre sono esclusi i costi delle sottostazioni.

 

Destinatari dell’energia prodotta sono esclusivamente privati cittadini e strutture pubbliche di servizio.

 

5c.       Localizzazione degli interventi

Zone rurali classificate come C2 e D e zone ad esse assimilabili, purché gli investimenti non siano localizzati  all’interno di centri abitati con popolazione residente superiore a 5000 abitanti.

 

6c.       Limitazioni, esclusioni e condizioni specifiche di accesso

Sono ammissibili a contributo solo gli impianti di piccola e media dimensione con una potenza massima di 1000 kWt (1 MWt), progettati e realizzati nel rispetto della normativa vigente in materia (incluso quella sull’accumulo termico) e che godono di adeguate garanzie sulle caratteristiche e sulle prestazioni di funzionamento.

Gli investimenti immateriali sono ammissibili solo se collegati ad investimenti materiali ai sensi dall'articolo 55, paragrafo 1, lettera c), del regolamento (CE) 1974/2006, e se connessi e funzionali alla realizzazione degli investimenti materiali previsti nel progetto. Nel caso di progetti che prevedono investimenti immateriali, la quota complessiva delle spese immateriali, comprensiva anche delle spese generali, non può essere superiore al 25% dell’intero investimento ammissibile.

 

7c.       Beneficiari

Soggetti di diritto pubblico.

 

8c.       Forma del sostegno, modulazione dei premi/indennità/tassi di contribuzione

Il sostegno è concesso in forma di contributo a fondo perduto fino al 70% del costo totale ammissibile.

Allegati
Elemento creato il 04/12/2008 15.10  da ECNLOCALSERVER\cristina 
Ultima modifica eseguita il 24/07/2009 16.33  da ECNLOCALSERVER\cristina